11. July 2017

Il popolo potrà decidere sulla riforma della previdenza 2020 il 24 settembre. Per questo motivo è il tema attuale in tutti i media.  Per noi è importante mostrarvi gli effetti di questa riforma sulle prestazioni della Cassa pensioni FFS:

La legge detta quali prestazioni minime devono essere erogate per ogni persona che è assicurata obbligatoriamente (LPP). Circa un settimo dei dipendenti sono assicurati presso una cassa pensioni che eroga solo le prestazioni minime LPP.

I cambiamenti che sono contenuti nella riforma della previdenza per il secondo pilastro concernano per lo più i piani del minimo LPP, un tema è anche l’abbassamento dell’aliquota di conversione dal 6,8% al 6,0%. Il piano di prestazioni della Cassa pensioni FFS va però notevolmente oltre. Vale a dire, i dipendenti e i datori di lavoro pagano contributi più alti del minimo LPP. Inoltre l’ammontare del salario assicurato non è limitato. Gli averi di vecchiaia aumentano e con ciò anche le pensioni. Per questo motivo il piano delle prestazioni della Cassa pensioni FFS si chiama piano con prestazioni LPP integrate, datosi che le prestazioni minime vengono integrate con prestazioni più alte. La Cassa pensioni FFS ha reagito precocemente ai cambiamenti delle condizioni quadro e ha già adeguato le sue aliquote di conversione. Per questo motivo l’approvazione della riforma della previdenza non ha quasi nessun effetto sugli assicurati della Cassa pensioni FFS. Le prestazioni non cambiano per il 1° gennaio 2018, indifferentemente se la riforma della previdenza viene approvata o meno. In caso di domande, siamo a vostra disposizione.